DISRACTIVE

Se sei una grossa azienda consideri DISRUPTION una minaccia. La Disruption parte dal basso fino ad arrivare al mainstream e cambiare il mercato: come quando il prossimo competitor del mondo automotive che metterà in difficoltà le storiche marche automobilistiche sarà la società di un motore di ricerca, non vendendo auto, ma in una formula a servizio, ricavando soldi dall'utilizzo delle informazioni sui passeggeri. Cambieranno i concetti di proprietà. Si passerà dal possesso di un auto ad un vero servizio. Questo è solo uno tra gli innumerevoli esempi di DISRUPTION.

Per noi è stato importante ascoltare (welisten@sorint.it) i clienti continuamente ed esplorare tutte le nuove iniziative/startup che partono dal basso. 

Siamo una società di servizi IT innovativi ma non viviamo nella Silicon Valley e siamo coscienti di avere un grosso handicap, quello di non poter vedere direttamente dove stanno nascendo le innovazioni… Ma ascoltando i clienti e le startup abbiamo capito che anche in Italia ed in Europa stanno nascendo le idee.

Allora ci siamo Attivati su più fronti 

  • L'innovazione interna continua, costante e rapida, dei processi, delle persone e delle idee
  • L'innovazione al servizio dei nostri partner (noi non li chiamiamo più clienti)

(Perché non siamo convinti che gran parte dell'innovazione passi dall'IT, ma tutta. Come dice e dimostra il founder di Amazon)

Essere ATTIVI in questo mondo in cambiamento è stata la nostra scelta fondamentale. Rischiando di sbagliare ma coscienti che l'innovazione ed il cambiamento prevedono l'errore. 

Da qui è nata questa sezione del nostro mondo chiamata DISRACTIVE. La DISRUPTION ATTIVA.

Ogni nostra business Unit ed Area si è strutturata come una Startup e qui, in questa sezione, abbiamo raccolto questa nostra esperienza. Abbiamo collezionato molti documenti tecnici di studio in ricerche. Abbiamo dato spazio alle nostre persone per portare attraverso un Blog personale le innovazioni che ritengono più importanti.

Non solo, nei blog esporremo i temi organizzativi interni. Le Community che hanno sostituito le tower tecnologiche nell'era del DEVOPS,  i leader anziché i manager, la gamification e la social enterprise, gli strumenti che abbiamo utilizzato, i Knobel e gli HandleR, la formazione, la cultura dell'innovazione, il reverse Mentoring, la partecipazione ed il perché di alcune scelte strategiche…

Luca Pedrazzini